(voce di SopraPensiero)

Una storia della speleologia e un racconto avvincente delle esplorazioni del mondo sotterraneo. La ‘missione geografica’ del Circolo Speleologico Romano, una delle più antiche associazioni italiane a dedicarsi, dai primi del ‘900, allo studio dei fenomeni carsici in Italia e all’estero, con oltre 50 spedizioni in Turchia, Cina, Messico e altri paesi.

Con fotografie e documenti inediti, il libro narra le principali imprese esplorative del CSR. Il racconto si alterna alla descrizione dei risultati della ricerca geologica, e biospeleologica, con la scoperta di oltre 300 specie troglobie o troglofile nuove alla scienza.

Le figure degli speleologi più carismatici e ‘creativi’  sono delineate nel loro ruolo di ‘geografi del sotterraneo’ ma con un’attenzione particolare ai ‘prodotti sociali’ del loro lavoro: evoluzione delle tecniche di progressione, rilievo topografico e raccolta dati per il Catasto grotte, documentazione cinematografica, osservazioni scientifiche e ricerca biospeleologica.

100 anni sottoterra
Il Circolo Speleologico Romano dal 1904 al 2004
del Circolo Speleologico Romano

100 anni sottoterraAppuntamento per il 26 giugno 2015

Il 26 giugno 2015 ci sarà la serata d’inaugurazione della nuova sede del Circolo Speleologico Romano, in via dei Campani 55, a Roma. Nell’occasione si festeggerà l’uscita del libro di speleologia “100 anni sottoterra” e si potrà acquistarne una copia.

Programma

  • 21:00: proiezione del booktrailer di Emanuele Svezia;
  • 21:10: breve discorso inaugurale del Presidente del CSR;
  • 21:20: visita della sede, conversazioni e buffet.

Nota sul booktrailer

Il booktrailer visualizzabile qui sopra è di Emanuele Svezia. Introduce agli albori e al presente della speleologia del CSR, narrata nel libro fotografico “100 anni sottoterra”. Nel 1904, alpinisti, entomologi, artigiani decidono di divenire geografi del sotterraneo: accendono la fiamma delle loro lampade a carburo e iniziano un viaggio avvincente nel regno incontrastato del buio, un’esplorazione della faccia nascosta della terra che dura da oltre un secolo.

100 anni sottoterra

Vai all’articolo originale.